Olga Rozanova

Olga Rozanova nasce nel 1886 a Melenki ( Russia) era figlia di un dipendente pubblico, la più giovane di cinque figli. All’età di dieci anni si trasferì a Vladimir con la famiglia e si diplomò alla scuola femminile.

Olga Razanova

Nel 1911 Rozanova si trasferì a San Pietroburgo e iniziò a studiare alla scuola di pittura e disegno di Elizaveta Zvantseva. Nel 1913 creò le illustrazioni per l’antologia futurista Rykayushchiy Parnas (“Parado Roaring”) e un poster per l’opera Victory over the Sun. Un anno dopo incontrò F. T. Marinetti, il leader dei futuristi italiani. Visitò San Pietroburgo e invitò la Rozanova a partecipare alla Mostra Internazionale del Futurismo a Roma lo stesso anno. Per quella mostra inviò quattro dipinti e due libri illustrati. Ha anche lavorato a illustrazioni per libri di Kruchenykh Chort i Rechetvortsi (“Il diavolo e i loghi”) e Stikhi Mayakovskogo. Vypyt (“La poesia di V. Majakovskij, estorsione”). Nel 1914 Rozanova prese parte ad la mostra intitolata Women Artists for the Victims of War, dove per la prima volta mostrò la sua arte. Nel 1915 e 1916 partecipò a Tramwai V e 0,10 mostre a Pietrogrado. Ha anche terminato Voina (“War”), un album di incisioni su linoleum con poesie di Kruchenykh. Rozanova fu anche invitata a far parte della società artistica Bubnovy Valet (“Jack of Diamonds”). Prese parte alle sue mostre nel 1916 e nel 1917.

Natura morta
King of club

Nel novembre 1916 si trasferì a Mosca. Lei e Kruchenykh pubblicarono libri di poesia sperimentale Balos e Nestrochie. Nel 1917 la Rozanova fu uno dei fondatori della società Supremus. Fu eletta segretaria della società e del comitato di redazione dell’omonima rivista.

Flight of an airplae 1916

Nel 1918 lavorò alle decorazioni stradali di Mosca per il 1 ° maggio (Festa dei lavoratori). Ha anche partecipato alla prima esposizione dei pittori dell’Unione professionale di Mosca. Creò una sezione industriale presso il Dipartimento di Belle Arti del commissariato nazionale dell’educazione (Narkompros). È stata eletta a capo del laboratorio di formazione dei First State Free Studios. Disegnò gli striscioni e gli slogan per l’anniversario della Rivoluzione d’Ottobre.

Nel novembre 1918 Olga Rozanova morì di difterite nell’ospedale Soldatenkovskaya.

Le sue opere sono state esposte in numerose mostre di arte in Russia e in altri paesi, tra cui la Prima Esposizione Russa d’Arte presso la galleria Van Diemen (Berlino, 1922) e mostre come l’Arte Contemporanea Russa al Museum of Modern Art (New York, 1925), i quindici anni di arte di sinistra al Museo della cultura pittorica (Mosca, 1927), Parigi – Mosca al Centro Pompidou (Parigi, 1979) e Le Amazzoni dell’avanguardia russa nella Galleria Tretyakov di Stato ( Mosca, 2000). Le retrospettive delle opere di Rozanova sono state organizzate presso la sala espositiva dell’Unione degli artisti a Mosca (1991), il Museo statale russo a San Pietroburgo e il Museo d’arte della città di Helsinki (entrambi nel 1992).

The workbox 1915

La vita di Olga Rozanova è stata tragicamente breve – ha dedicato solo 8 anni all’arte. Ma quegli anni furono estremamente produttivi: dal 1911 al 1914 lavorò per l’Unione della Gioventù, nel 1916 e nel 1917 fu membro della società Bubnovy Valet (“Jack of Diamonds”) e nel 1917 e 1918 fu membro della Supremus. Il suo lavoro è indissolubilmente legato alla storia delle prime avanguardie russe – dai suoi inizi come movimento clandestino negli ambienti artistici di Mosca e San Pietroburgo ai suoi tentativi di diventare arte ufficiale a sostegno del governo bolscevico. Ha contribuito allo sviluppo di quasi tutte le idee artistiche in voga negli anni ’10 in Russia: il cubismo, il futurismo, il primitivismo e il suprematismo.

Proprio come molti suoi contemporanei, Rozanova ha lavorato in vari campi: pittura, arti grafiche, illustrazione di libri e arti applicate.

Le opere di Olga Rozanova possono essere viste in molti musei, tra cui il Museo statale russo a San Pietroburgo e la Galleria statale Tretyakov a Mosca.

Ritratto di A. Rozanov 1912

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...